lezioni private

Lezioni private, costano 10 milioni l’anno

Nei giorni scorsi una notizia d’agenzia, ripresa da molti giornali, calcolava in dieci milioni la spesa sostenuta dalle famiglie per le lezioni private degli alunni rinviati alla seconda sessione. II calcolo partiva da una premessa: che 700 mila ragazzi (450 mila delle medie e 250 mila degli istituti superiori) a giugno non sono stati promossi in tutte le materie. Il ministero della Pubblica Istruzione non è in grado di sapere il numero degli alunni rimandati a settembre sia di quest’anno che degli anni precedenti, né lo annuario dell’istruzione dell’Istat riporta questi dati. (more…)

Milano: milioni di pulci invadono le abitazioni (correva il ’67)

Tuffo indietro nella storia.

Milano: milioni di pulci invadono le abitazioni, sarebbero state portate dai gatti – L’Ufficio d’igiene dispone solo d’un automezzo che spruzza insetticida (Dalla redazione milanese) Milano, 24 agosto. Sembrava tranquilla in fatto di invasioni di insetti l’estate milanese ’73 (nessuna concentrazione di zanzare, né trasmigrazioni di zanzare nane provenienti dalle ex paludi pontine e nemmeno formiche giganti o alate) quando è scoppiato il «caso delle pulci». Le pulci, di quella specie classificata « pulex irritans », hanno fatto la loro apparizione in alcuni quartieri dell’estrema e media periferia, da dove hanno iniziato la loro inarrestabile avanzata verso il centro storico. «In questo periodo — ha dichiarato un tecnico di un’impresa specializzata in disinfestazioni — interveniamo 4-5 volte al giorno per eliminare vere e proprie invasioni di pulci su richiesta di proprietari e inquilini di abitazioni, ma soprattutto su richiesta dei portinai ». (more…)

La Rotta del Sale a Cervia

rotta del sale cerviaIl 15 Luglio 2015, si potrà vivere a Cervia, in provincia di Ravenna, La Rotta del Sale. Quest’anno la manifestazione giunge alla sua 15^ edizione, e si celebra nel Piazzale dei Salinari. Agli abitanti di Cervia piace descrivere l’evento in questo modo:

“Long viaz afruntè cun el berchi a e terz carghi ad sel coma una volta,

parcurend la stesa rota che dal Saleni ad Zirvia

là doveva purtè (parché era dovuto)

ai Magazzini della Serenissima”

Da “E Viaz” di Paolo Puzzarini.

Di fatto, si tratta di una delle più suggestive rievocazioni storiche, nonchè spettacolo Festus Salis, ideato e diretto da Andrea Masoni. Un suggestivo saluto di buon auspicio rivolto alla partenza delle barche storiche alla volta di Venezia accompagnate da musica, racconti, storia e suggestioni legate alla realtà salinara della città. Protagonisti dell’evento, sono i salinari, i quali indossano gli antichi abiti da lavoro, ed hanno il compito di caricare il prezioso “oro bianco” sulle barche della flotta della Mariegola delle Romagne. Saranno proprio queste a navigare lungo le antiche vie del commercio del sale. La manifestazione ripropone anche il forte legame storico fra Cervia e la serenissima Repubblica di Venezia. La manifestazione è sempre più “moderna” in tutta la sua forma d’altri tempi, di fatto è contornata da spettacoli, teatro e visual show con grandi installazioni luminose con inizio alle ore 21:00.

Da Cervia a Venezia

Il collegamento Cervia/Venezia, che ripercorrerà le antiche vie del commercio del sale: Cervia, Comacchio, Chioggia, Venezia, rappresentava verso la fine del XII secolo una delle principali arterie commerciali in quanto riforniva con ben 3mila tonnellate di sale la città lagunare. Per Venezia questa rotta divenne uno strumento di potere sul piano internazionale in quanto acquistare, trasportare e vendere sale era sinonimo di potere. Non è un caso che il sale veniva chiamato e definito “oro bianco” in quanto rappresentava per Venezia e Cervia, una vera e propria fortuna, e ne rappresentava tutto il potere. E proprio su questo “potere”, operava per suo conto il Proveditor Salis che insieme al Vicario, al Milite, ai Plazari (sorta di messi comunali) e agli Stipendari controllava  i carichi del prezioso minerale e la regolarità delle produzioni. Questo è il motivo che dall’anno 2001, ha spinto il Circolo Nautico Cervia, ad organizzare l’evento, chiamandolo appunto “Rotta del Sale”, evento velico itinerante formato da un corteo di imbarcazioni condotte dall’ammiraglia della Città di Cervia, ovvero il lancione “Tre Fratelli”. Questo è anche un forte richiamo per tutti i turisti, italiani e non, che ogni anno prenotano le vacanze a Cervia, proprio per vivere con autentica passione questa suggestiva manifestazione: a proposito, per assistere all’evento e soggiornare nella magica città del sale, potete consultare tutti gli alberghi e strutture ricettive cervesi sul sito Hotel Cervia Vacanze.
In programma anche letture pubbliche di antichi racconti di grande fascino soprattutto per i bambini che sono molto attratti dai racconti e dalle avventure, ed è proprio per loro che la Rotta del Sale, più che una rievocazione storica, riesce anche a trasformarsi in una bellissima fiaba, quella che poi racconteranno agli amici ed ai compagni di scuola a settembre, al rientro delle vacanze, che difficilmente verranno dimenticate!

La Montegridolfo liberata

montegridolfo liberata 2015A Montegridolfo nella Valconca in provincia di Rimini, dal 15 al 16 Agosto 2015, va in scena la sesta edizione di La Montegridolfo Liberata, la rievocazione storica della battaglia della Linea Gotica. Si tratta di uno spettacolo vero e proprio con manifestazioni ludiche, balli, mestieri e piatti tipici degli anni ’30/’40. L’aspetto forse più affascinante di una delle rievocazioni storiche romagnole più amate, è che il pubblico è invitato ad intervenire in abiti d’epoca. L’evento è considerato di grandissimo prestigio, e si svolge all’interno del suggestivo borgo medievale di Montegridolfo. Vengono rivissuti con passione ed intense emozioni, i giorni in cui gli alleati liberarono il borgo durante la Seconda Guerra Mondiale. Un evento assolutamente da non perdere, non solo “per non dimenticare”, ma anche per fare “un tuffo nel passato”, nella “lontana” (ma non per tutti) estate del 1944, con allestimenti e spaccati di vita quotidiana che fanno riferimento a quel periodo, e provare così a riviverlo, con la stessa intensità ma con uno spirito certamente diverso.

Tutti gli eventi rievocatori sono connessi con le vicende che fanno parte delle linea gotica ed uno dei momenti clou è quello nel quale il tenente Norton sfondò da solo le difese tedesche. Anche quest’anno ci si aspetta lo stesso successo dell’anno precedente che ha segnato un’affluenza di pubblico in notevole crescita. Ben 4.500 persone sono state attirate dalla manifestazione del 2014, considerando il numero di visite al Museo della Linea dei Goti, un aumento rispetto al 2013, superiore del 20% che conferma il trend a crescita esponenziale di anno in anno. Il successo lo si deve anche il parte alla qualità dell’offerta rievocativa e all’organizzazione che coinvolge circa 100 persone, tutti rigorosamente volontari.

L’impegno quest’anno è quello di incrementare ulteriormente la recettività ed i servizi nonché l’offerta di altri eventi pur sempre a carattere rievocativo. I turisti hanno apprezzato anche molto le visite agli allestimenti militari (trincee, bunker, Kommandantur, campo inglese, tedesco e croce rossa) e l’entusiasmo è stato anche per la presenza dei veicoli e delle uniformi rigorosamente attinenti al periodo storico. Di grande impatto anche la vecchia trebbiatura del grano realizzata con una trebbia d’epoca lunga oltre 20 metri ,ha ricordato nelle due giornate la critica “doppia trebbiatura” del 1944. A contribuire al successo della manifestazione anche gli Artisti di Strada, il cui compito è quello di divertire grandi e piccini con balli popolari e spettacoli, ovviamente, immancabile, per tutti i bambini, lo spettacolo dei Burattini. Per chi all’epoca c’era ed ha vissuto quel periodo, vengono ricordate le “canzonette” dell’epoca, che si possono cantare tutti quanti insieme, e farle conoscere ai più giovani. Toccante anche l’impegno di molti abitanti ad intervenire in abiti d’epoca , presentando così anche ai più piccoli, i mestieri del passato lungo le vie del borgo. Suggestive le varie ambientazioni che aiutano a far rivivere la quotidianità storica dell’epoca. Anche le commedie dialettali fanno parte del ricco programma di La Montegridolfo Liberata, nonchè i momenti culturali a cura di grandi ospiti e conferenze tenute da personaggi di prestigio dove diventa possibile rivivere la varie fasi ed i momenti più significati che molti ricordano ancora, “un po’ come se fosse ieri…”.